Convegno su Gesualdo Nosengo (nn. 5-6/2018)

Elena Fazi, Vicepresidente nazionale vicaria UCIIM

A maggio 2018, in occasione del cinquantesimo anniversario della morte del nostro fondatore, abbiamo celebrato il convegno Gesualdo Nosengo: una vita per la Scuola, lo Stato, la Chiesa.

Il programma si è articolato in due giorni, il primo giorno, venerdì 11, l’incontro si è tenuto nella prestigiosa sala del Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione, al MIUR. La presidente Rosalba Candela ha aperto i lavoro presentando un emozionante video su Nosengo. Ha dato la parola ad alcuni giovani soci, che hanno letto con visibile e comprensibile emozione pagine scelte dagli scritti di Nosengo ed è passata poi a introdurre i relatori.

Il Capodipartimento dott. Rosa De Pasquale ha dato il benvenuto ai convegnisti e ha sottolineato alcuni aspetti per lei particolarmente significativi del pensiero del nostro fondatore.

Hanno espresso, poi, il loro saluto e una riflessione personale anche il nuovo Consulente Ecclesiastico nazionale, padre Giuseppe Oddone, e il dott. Ernesto Diaco, direttore dell’UNESU-CEI sempre presente ai nostri convegni, il dott. Raffaele Ciambrone, Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione ed esperto UCIIM nazionale, che ha auspicato di poter, presto, inaugurare al MIUR il corridoio Nosengo per il quale custodisce attentamente il materiale da esporre.

La presidente nazionale emerita, Maria Teresa Lupidi, ha quindi esposto alcune considerazioni sul senso e sul valore dell’impegno dell’UCIIM e dei suoi soci per la e nella scuola.

Luciano Corradini, professore emerito di Pedagogia generale Uniroma3 e presidente nazionale emerito, ha preso la parola per primo. Egli ha conosciuto e lavorato con Gesualdo Nosengo ed ha così generosamente condiviso con i presenti ricordi, idee ed esperienze dell’epoca in una testimonianza sentita e volta a stimolare, con ampie considerazioni e riflessioni pedagogiche, una prosecuzione del lavoro nello spirito del fondatore.

Giacomo Timpanaro, consigliere nazionale emerito, ha effettuato una lunga e dettagliata disamina del pensiero pedagogico di Nosengo tradotto da lui stesso in precise indicazioni di prassi didattica.

Rosalba Candela ha quindi sviluppato il tema Nosengo e la ricostruzione morale e politica dell’Italia, ripercorrendo i più significativi momenti dell’impegno sociale e civile del nostro fondatore ed evidenziando come tale impegno sia un’esigenza imprescindibile per tutti noi anche e soprattutto nella realtà odierna.

Le conclusioni sono state tratte in modo esemplare ed efficace da Anna Bisazza, consigliera emerita nazionale, che non ha mancato di sottolineare come l’UCIIM sia nato da collaborazioni improntate alla stima, all’amicizia, all’affetto e come tali sentimenti, ancora oggi coltivati, dovrebbero connotare e risaltare anche nel nostro lavoro attuale.

Il giorno seguente i soci si sono riuniti nella Basilica di San Pietro per la Messa Solenne Capitolare all’Altare della Cattedra. A mezzogiorno, in piazza San Pietro, hanno partecipato all’Angelus di Sua Santità Papa Francesco che ha benevolmente salutato i convegnisti UCIIM commossi ed emozionati.

Nelle pagine seguenti sono riportati gli interventi del primo giorno di convegno, sbobinati dal sito, direttamente visionabili dai soci al link seguente https://www.youtube.com/channel/UCAeikTH7RjVRC4uRUkJ5LA.